Cellino San Marco

Ai domiciliari gestisce B&B su Facebook

Si trovava ai domiciliari a Oria perché accusato di aver compiuto una rapina a Manduria (Taranto), ma è finito in carcere perché ha usato Facebook, cambiando perfino la foto profilo, e utilizzato il cellulare per rispondere ad alcuni clienti del Bed&Breakfast di famiglia: per Samuele Pagano, 22enne, è stata così emessa dal gip di Taranto una ordinanza di aggravamento della misura cautelare eseguita dai carabinieri. Era stato arrestato il 14 gennaio dello scorso anno, aveva ottenuto i domiciliari nello scorso aprile, con l'obbligo di non comunicare neppure a mezzo telefono o con altri strumenti di comunicazione a distanza con persone diverse dai familiari. Dai controlli dei carabinieri di Oria era stato trovato in compagnia di altre persone nell'abitazione di residenza. Poi le verifiche non erano state più possibili per l'assenza di un citofono. Era stato quindi scoperto mentre utilizzava un cellulare che ha detto di essere del padre. Inoltre che la foto del suo profilo Facebook era stata aggiornata

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie